Monthly Archives: March 2011

irresponsabilità

Un po’ di tempo fa ho deciso di smettere di essere irresponsabile. Smettere di appoggiarmi agli altri. Smettere di dimenticare, trascurare o più semplicemente smarrire tutte le cose che sono di mia responsabilità. Insomma, a dirla come i brutti telefilm, … Continue reading

Posted in ripieno | Tagged , | 1 Comment

30 anni

Durante una delle nostre lunghe maratone di telefilm e birra, il mio coinquilino mi disse: “Il fato è che non mi aspettavo di arrivarci, ai trentanni.” Si versò un poco di Spaten dalla lattina al bicchiere. “Poi ho fatto trentanni … Continue reading

Posted in ripieno | Tagged | Leave a comment

Tai Chi e Anarchia

La mia maestra si sta lentamente convincendo che il metodo cinese sia il migliore per insegnare Tai Chi. Il metodo cinese si può riassumere in “Io faccio Tai Chi, voi venitemi dietro.” Niente spiegazioni. Ora, la mia maestra non applica … Continue reading

Posted in massimi sistemi, polpette di tai chi per il vivere moderno | Leave a comment

E’ giunto il momento

E’ giunto il momento di smettere di essere yin. E’ giunto il momento di smettere di contrarsi, di assorbire, di riflettere, di imparare. Si, persino di imparare. E’ giunto il momento di smettere di rimuginare, di sopportare, di covare. Nonostante … Continue reading

Posted in massimi sistemi, polpette di tai chi per il vivere moderno | Leave a comment

Corsari della Bovisa

Noi che si viene da fuori, noi che siamo i nuovi immigrati, noi che quando si impara dove la passa la Verde ci si sente arrivati, è un po’ difficile non immedesimarsi in una cosa così. E poi, è una … Continue reading

Posted in piccole cose preziose trovate nell'aia | Leave a comment

Riflessioni intelligenti e una ricetta sull’Italia

E la ricetta di un uovo, per di più. http://cookandcomicbook.blogspot.com/2011/03/litalia-mangiata.html

Posted in piccole cose preziose trovate nell'aia | Leave a comment

Come diceva Terence Hill

Un uccellino, durante l’inverno in una notte fredda, ruzzola giu’ dal nido e finisce sul sentiero (poverino), comincia a gridare pio pio pio, come un matto, e sta per morire di freddo, ma fortuna per lui ecco che arriva una vacca, … Continue reading

Posted in massimi sistemi | 1 Comment