Miller (non la birra)

Una volta mollata l’anima, tutto segue con assoluta certezza, anche nel pieno del caos. Dal principio non fu mai altro che caos: un fluido che mi avviluppava, e io vi respiravo per branchie. Nei substrati, dove la luna brillava ferma e opaca, era liscio e fecondo; sopra era frastuono e discordanza. In tutte le cose io vedevo subito l’opposto, la contraddizione, e fra il reale e l’irreale l’ironia, il paradosso. Ero io il mio peggior nemico.

Henry Miller, Tropico del Capricorno

Ieri sera, invece di perdere tempo su Facebook, ho riaperto Miller; cioè mi ricordavo che scriveva bene, ma non così.

E inoltre, come non apprezzare chi disse, con una punta di disprezzo finale:

“Ciò che non è in mezzo alla strada è falso, derivato, vale a dire: letteratura.”


Advertisements

About sonounuovo

sono un uovo
This entry was posted in piccole cose preziose trovate nell'aia and tagged , , . Bookmark the permalink.

One Response to Miller (non la birra)

  1. la Lu says:

    Miller letto da ggiovane è stato per me una rivoulzione silenziosa: talento sublime e passione. Mi hai fatto venire in mente che da troppo tempo sta lì a prendere polvere.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s