L’alieno

C’è un alieno, tra voi.
Voi non ve ne accorgete. Vi siede vicino sul treno, nella metro. È davanti a voi nella fila al supermercato. Sembra umano ma non lo è: è un alieno.
Di aspetto è completamente umano. Non potete riconoscerlo da caratteristiche fisiche, ma da alcuni peculiari atteggiamenti.
Il fatto è che questo non è il suo mondo, e lui ne ha una comprensione solo parziale. Così in una conversazione su fatti condivisi e risaputi dirà qualcosa di incongruo, di assurdo; le persone allora lo guarderanno perplesse, e lui tacerà, o minimizzerà, o cercherà di cambiare argomento. Lo troverete anche in estrema difficoltà nei negozi di vestiti, chiedendosi quali capi, quali abbinamenti siano considerati normali, quali gli permettano di non dare nell’occhio. Può anche trovare complesse attività banali, come raggiungere un posto (la sua concezione dello spazio è completamente diversa) o a ricordarsi qualcosa che gli è successo non molto tempo addietro (causa-effetto e linee temporali seguono logiche differenti sul suo pianeta).
Il fatto è che l’alieno vive nel terrore di essere scoperto. Spesso lo vedrete imitare gli altri, quando non saprà cosa fare. Se lo riconoscete non smascheratelo, non ha cattive intenzioni. Non è una vita facile, la vita dell’alieno. Siate gentili.
Quell’alieno sono io.

Advertisements

About sonounuovo

sono un uovo
This entry was posted in ripieno. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s