Presuntuoso

Io ero presuntuoso.

E’ diverso, il mondo, quando sei presuntuoso. Pensi che qualunque cosa ti scodellerà il mondo tu tac, la sistemerai. Dici la tua, e la difendi, perché sei così dannatamente intelligente, in fondo, no? Sì, risultavi di tanto in tanto insopportabile, ma era un piccolo prezzo da pagare.

Non ve lo nasconderò: era bellissimo.

È vero, c’erano già tutte le mie insicurezze, c’erano tutte, ed è forse anche il motivo della mia vecchia presunzione: lei se ne stava su un piatto della bilancia, loro sull’altro, e bene o male era un pareggio.

Poi le mie insicurezze si sono messe a mangiare i miei piccoli insuccessi, i miei difettucci, le mie sconfitte quotidiane, e sono ingrassate. Sono arrivate a pesare così tanto che la mia presunzione è stata sparata via verso il cielo, nel vuoto cosmico.

Mi manca tanto.

Perché ti dicono che ti devi essere umile, che devi conoscere i tuoi limiti: signori, è una cazzata. Finisci, se non stai attento, col crearti dei limiti che non hai. Invece, da che mondo è mondo, va lontano solo chi fa il passo più lungo della gamba.

Advertisements

About sonounuovo

sono un uovo
This entry was posted in massimi sistemi, ripeino and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s