baristi

Mi incantano, i baristi di sabato sera.

Mi affascina il movimento preciso con cui ti versano la birra nel bicchiere, aprono lo shaker con un colpetto sul bordo del bancone, ti prendono una banconota da dieci e ti mettono il resto in mano. Il tutto senza una pausa, intrecciando lunghe linee curve tra la macchinetta del caffè e il frigo.

E’ una danza, dove ogni movimento è assoluto, senza indecisioni, senza ripensamenti. Non c’è tempo. Lo shaker si scuote energico e un secondo dopo il tuo daiquiri è già nel bicchiere, il bordo orlato di zucchero, e tu alzi la testa ma il barista è già altrove. Cavalca sicuro l’onda delle ordinazioni, e mentre lo fa ti chiede come te la passi, ti racconta del suo viaggio l’indomani, ti chiede se il cocktail è buono; oppure, sorridendo, ti dà il bentornato dalla tua lunga assenza.

Mi incantano, i baristi.

Advertisements

About sonounuovo

sono un uovo
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

3 Responses to baristi

  1. ladoratrice says:

    Vero, possibile. E’ totalmente neutro, quelle due devono essere sparite dietro al grembiulino 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s